Mio zio è stato sulla luna (1987)

Attilio Folliero, Lucera (Foggia), 1987

(Agli emigranti)

Mio zio era tornato
per una lieta occasione
al paese rimpianto.



Malinconico e triste
dopo la festa
la nuova partenza.


Ero con lui
in quei bui minuti.


Molti anni prima
partito a cercare lavoro
aveva lasciato
con grande rimpianto
il paese, l’amicizia e tutto l’affetto.


Da quel giorno lontano
un sogno soltanto
tornare alla cuna.


Ora che lasciava il lavoro
per il meritato riposo
il suo sogno contava le ore.


Mio zio è stato sulla luna
da quel giorno lontano
dalla casa al lavoro
andata e ritorno
c’era la luna.


Il suo sogno lasciare la luna
e tornare alla cuna.


Ma fu il sogno a lasciare la luna.


Mio zio è morto
ammazzato dal duro lavoro.


Seppellito nel paese straniero
neppure da morto
ha realizzato il suo sogno.


Mio zio è rimasto sulla luna.

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s