Attacco ai miei blog: fuori dell’aria per alcune ore e poi misteriosamente riapparsi

Attilio Folliero, Caracas, 25/06/2011

Con immensa sorpesa stamane, quando sono entrato in Internet, non ho trovato i miei blog, in particolare il blog http://attiliofolliero.blogspot.com/, in cui pubblico articoli di opinione e di analisi. Lo screenshot sottostante, ossia la foto di come appariva il monitor quando tentavo di accedere al blog, dimostra che era stato eliminato, non certo dal sottoscritto. Poi così come misteriosamente era sparito, altrettanto misteriosamente, dopo qualche ora è riapparso. Ovviamente il problema non è il salvataggio dei dati, di cui sempre dispongo copia, ma il fatto che sparendo un sito, frutto di lavoro di mesi, a volte di anni, è difficle ricostruirlo.  
Cosa pensare? Alcuni miei articoli sono ripresi da centinaia, migliaia di siti e blog, tradotti in varie lingue e letti letteralmente da milioni di persone. 

Articoli come “Il dollaro, l’euro, il petrolio e l’invasione nordamericana“, “Obama chiama, l’occidente risponde“, “Gli Usa verso al bancarotta“, “La disperazione degli USA“, “Il bilancio USA del 2012“, “La febbre dell’oro in Cina, segnale di una crisi finanziaria imminente?“, “Il vergognoso finanziamento del FMI“, o la notizia che “La Federal Reserve ammette di non possedere oro“, per non parlare della vicenda di “Dominique Strauss-Kahn” e gli articoli sulla “crisi economica” danno evidentemente fastidio perchè parlano di verità che generalmente vengono tenute ben nascoste.
Chi ha eliminato, sia pure momentaneamente, i miei blog? Certo non può essere stato un hacker qualasiasi che, impossessatosi della password ha quindi provveduto ad eliminarli, per la semplcie ragione che poi non sarebbe stato possibile farli riapparire! Ognuno si faccia una propria idea; l’unica cosa certa è che in internet non c’è certezza: se dai fastidio con i tuoi scritti, quando vogliono possono eliminarti. Ovviamente, il sottoscritto non è nuovo ad attacchi da parte – diciamo – degli hacker. Ai tempi de La Patria Grande gli attacchi erano continui.

Attilio Folliero, Caracas 25/06/2011 – Ore 02:50

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s