Ottimistiche previsioni per il 2012

Il 2012, i Maya, Giuliano Canevacci, Rossi e Focardi ed un ottimistico futuro per l’umanità con energía pulita, illimitata e quasi gratuita.

E’ arrivato il 2012! Nella camera da letto, mia moglie ha approntato un angolo con pupazzi, peluche e cavalluccio di legno; sul cavalluccio ho messo un mio vecchio orsacchiotto di peluche che conservo dal 1979. Mia moglie ha la mania di mettere i nomi a tutte le bambole, pupazzi e peluche ed il mio orsacchiotto lo ha chiamato “Atilito”, in mio onore. In realtà quell’orsacchiotto io l’ho sempre chiamato “Giuliano Canevacci”. Probabilmente, a qualcuno questo nome non dice assolutamente niente però, a qualche altro, sicuramente ricorda nostalgiche trasmissioni televisive della RAI, condotte da Mike Bongiorno ed il supercampione della trasmissione a quiz “Scommettiamo?”.

Giuliano Canevacci, infatti, è stato l’unico partecipante a trasmissioni televisive a quiz che non ha mai sbagliato una sola domanda! Scommettiamo andò in onda per tre anni, dal 1976 al 1978 e Giuliano Canevacci, appunto, fu il supercampione di questa trasmissione. Era preparato e nessuno riuscì mai a metterlo in difficoltà. Solo un concorrente, tale Giuseppe Polistena che rispondeva a domande sulla Divina Commedia, che conosceva interamente a memoria ebbe qualche possibilità di batterlo. Giuseppe Polistena, oggi preside, se non avesse incontrato sulla sua sua strada il Canevacci, sicuramente sarebbe diventato un personaggio televisivo molto popolare; credo sia stato l’unico partecipante, che pur sconfitto fu ammesso ad una trasmissione successiva. In entrambe le puntate, alla fine vinse sempre Giuliano Canevacci.

Giuliano Canevacci e Mike Bongiorno (sinistra); Giuliano Canevacci e Giuseppe Polistena (centro); Giuliano Canevacci alla trasmissione “Scommettiamo” rispondeva a domande sui Maya (destra).

Che c’entra il mio orsacchiotto con Giuliano Canevacci e con il 2012? C’entra! Giuliano Canevacci dopo la popolarità raggiunta in TV, fu assunto da una casa editrice e girava le città italiane propagandando l’enciclopedia di questa casa editrice. Nel 1979 arrivò al mio paese, a Lucera.

A tutti gli studenti della mia città regalarono un biglietto d’ingresso per assistere ad un film, al cinema Politeama, allora ancora in funzione. Era permesso l’ingresso agli studenti solo se accompagnati dai genitori (e si comprende bene il motivo). Nell’intervallo del film, fra il primo ed il secondo tempo, venne pubblicizzata l’enciclopedia ed i genitori invogliati ad acquistarla.

Chi effettuava la pubblicità dell’enciclopedia era precisamente il famoso, all’epoca, Giuliano Canevacci, che iniziava il suo “spettacolino” facendo delle domande agli studenti.

La prima domanda fu di geografía: “Qual è la capitale dell’Australia?”. Io, all’epoca ero innamorato (e lo sono anche oggi) della geografía e conoscevo le capitali di tutti i paesi del mondo, per cui appena sentita la domanda corsi verso il palco per rispondere. Molti rispondevano, ma nessuno indovinava, perchè allora come oggi, molti pensavano e pensano che la capitale dell’Australia sia Sidney e invece la capitale è Canberra. Indovinai e Giuliano Canevacci mi fece scegliere il regalo. Scelsi precisamente l’orsacchiotto, che chiamai ovviamente “Giuliano Canevacci”.

Perchè ho raccontato tutto questo? Non solo perché, preso dalla nostalgia, ho voluto ricordare la mia infanzia, ma perchè Giuliano Canevacci era un profondo conoscitore dei Maya. C’è addirutturra chi lo considera un membro della setta dei Nuovi Maya, di cui l’emblema sarebbe il premio Nobel Bigoberta Mancu, setta che in Italia sarebbe guidata appunto da Giuliano Canevacci (Vedasi: “Rosa rossa” di Gabriella Pasquali Carlizzi). Personalmente, credo che Giuliano Canevacci sia semplicemente un grande studioso ed una persona molto preparata.

Parlando di Maya e di Giuliano Canevacci, si evoca inevitabilmente l’anno appena entrato ed esattamente il 21 dicembre 2012, data che secondo una profezia Maya segnerebbe la fine della nostra epoca. Cosa ci riserverà questo 2012? Alcuni interpretano la profezia Maya come la fine della nostra civiltà. Personalmente credo che i Maya non abbiano profetizzato alcuna fine. La colpa è di certe teorie New Age – come si usa dire oggi – fondate sul pessimismo.

Io preferisco pensare che l’uomo sia l’unico responsabile del suo destino; se l’umanità e la vita stessa sulla Terra dovessero scomparire, la colpa sarebbe da attribuire unicamente all’uomo ed all’egoismo di una parte minoritaria dell’umanità, che ha costruito un sistema economico, l’attuale, incentrato sullo sfruttamento incontrollato e scellerato delle risorse e l’asservimento di una parte della stessa umanità in nome di una individualistica accumulazione sfrenata delle ricchezze.

Se il 2012 rappresentasse il crollo o l’inizio del crollo di questo sistema, sarebbe il benvenuto! Probabilmente in questo 2012 assisteremo all’inizio del tramonto del dollaro e della civilità incentrata sul predominio degli Stati Uniti, dell’Europa occidentale, dei loro retaggi culturali basati su una religione superstiziosa, arrogante, violenta, qual è la religione cristiana imperniata su miti e favole a partire dalla figura di un Cristo mai esistito, che tanti danni ha provocato all’umanità. Se il 2012 rappresentasse il crollo di questo sistema sarebbe un grande passo avanti per l’umanità.

Io non credo che il 21 dicembre 2012 rappresenti la fine dell’umanità; ovviamente non posso neppure prevedere se il 2012 ci regalerà il crollo del dollaro, del sistema economico attuale e la sparizione della religione politeista cristiana e di tutte le religioni, cosa auspicabile per il bene dell’umanità, che si libererebbe una volta e per sempre di tutte le superstizioni inventate da una parte dell’umanità per dominare, però sono profondamente ottimista che qualcosa succederà. Credo che l’umanità sia alla viglia di una svolta epocale, che potrebbe materializzarsi proprio a partire da quest’anno.

Faccio un altro passo indietro, al 23 marzo del 1989, quando i ricercatori Martin Fleischmann e Stanley Pons annunciarono al mondo di aver realizzato la fusione nucleare fredda. Successivamente si insinuarono dubbi su quelle ricerche e la fusione fredda, annunciata con tanto clamore, praticamente venna accantonata, anzi è diventato un argomento tabù, un argomento sparito dai media ufficiali di tutto il mondo. Eppure la ricerca è andata avanti, anzi è andata così avanti che potremmo essere alla vigilia della soluzione finale e proprio quest’anno potrebbe avviarsi la risoluzione del problema energetico. Insomma, l’umanità a partire da quest’anno potrebbe finalmente disporre di energía pulita, illimitata e praticamente quasi gratis.

Nel mondo, ovvero nei media ufficiali, si sta parlando poco delle scoperte di due studiosi italiani, Andrea Rossi e Sergio Focardi, che avrebbero messo a punto (uso il condizionale, ma il fatto è certo) un sistema di fusione fredda, che con solamente 1,25 grammi di nickel genererebbe energia equivalente a cinque barili di petrolio.

Per ammissione dello stesso Andrea Rossi già verso la fine di quest’anno potrebbe essere commercializzato ad un prezzo accessibile a tutti (massimo 1.500 dollari) un sistema, denominato E-Cat, per produrre energia pulita a prezzi bassissimi, da installare in ogni appartamento o edificio (apparecchi da 10 o 20 KW). Sono in corso trattative con la Home Depot, seconda maggior catena di distribuzione commerciale del mondo. Rossi parla anche della possibilità di comemrcializzare apparati per la crezione di energía per l’industria (da 1MW), ma ha ritenuto opportuno non rivelare il non del partner per la commercializzazione di questo apprato industriale.

La conferma che potremmo essere alla vigilia di questa svolta epocale, ci arriva dalla NASA, che il 12 gennaio nel suo sito ha pubblicato un video con cui mostra che si sta lanciando ufficialmente nelle reazioni nucleari, a bassa energia, ossia la fusione fredda, nota anche per la sigla LENR. La Nasa in questo video mostra lo sviluppo di un dispositivo in tutto simile a quello di Rossi. Andrea Rossi nel commentare la notizia ha detto che la NASA lo sta copiando.

Dunque siamo al 2012 ed io preferisco pensare che quest’anno non sarà l’anno della fine, come pessimisticamente profetizzato da tanti maghi e imbonitori, ma l’anno in cui l’umanità si avvia verso una nuova civiltà ed un futuro molto lumuniso.

Attilio Folliero/Prima pubblicazione FILEF

2 Respuestas a “Ottimistiche previsioni per il 2012

  1. egr prof Foliero sono un suo lettore già dal vecchio blog” Articoli e altri scritti di Attilio Foliero” http://attiliofolliero.blogspot.it/ del quale ho lasciato aperta l’iscrizione a Google pure dopo il caso di censura da lei subito e dopo parecchi mesi in cui il blog non veniva aggiornato stamattina ho visto postati alcuni articoli a nome di un certo ” anjargarry 08 “

    • Assurdo! Google ha eliminato senza alcuna motivazione apparente tutti i miei blog e la email; piu’ volte in passato ho cercato di recuperare il nome (che e’ il mio attiliofolliero, ma diceva sempre che il nome non era disponibile. Adesso e’ abbinato ad una impresa o qualcosa del genere. Il fatto e’ che il mio blog attiliofolliero.blogspot aveva numerose visite, era linkato in centinaia di blog; oggi, oltre alla tua segnalazione ho ricevuto una telefonata ed un email per segnalarmi il fatto. Oltre al danno anche la beffa di vedere il mio nome abbinato a impresa sconosciuta, ovviamente statunitense

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s